La politica contro lo stato

di Peppe Nanni “Qual è il gesto in cui la politica ridiviene mobile, e si svincola dalla finzione funebre del politico? Se questo gesto è impossibile, introvabile, la decisione, come nella tragedia di Sofocle, camminerà sotto l’impensabile. Se invece esso si dà, nella vulnerabilità istruita e organizzata di un’ipotesi sulla verità del soggetto politico, la … Leggi tutto

Arcana imperii. Lettura di Ernst Kantorowicz, I misteri dello Stato

di Monica Centanni […] Riccardo spoglia se stesso, poi più non riconosce la propria immagine nello specchio che chiama davanti a sé, per guardarsi; più non si riconosce nello sguardo della regina. Da solo si era spogliato: “Depongo dal cuore l’orgoglio dell’imperio sovrano, /con le mie stesse lacrime lavo l’olio della consacrazione, / con le … Leggi tutto

Presa e ripresa. Una lettura foucaultiana del film La prise de pouvoir par Louis XIV di Roberto Rossellini

di Bruno Roberti “Talvolta il Vecchio Stolto del carnevale è un Re che ha beatamente perduto il senno, così che la monarchia si capovolge in anarchia”. (Pier Pietro Brunelli, Carnevale e Psiche) Nel cinema di Rossellini c’è una tensione biunivoca che permette di ripensare il rapporto tra “reale” nel cinema e sua “messinascena”, tra credenza nel … Leggi tutto